Alternativa sta con Scarpinato!

ALTERNATIVA . Comunicati Stampa 329 2 Commenti

 

Il Laboratorio Politico Alternativa esprime la massima solidarietà al Procuratore generale di Caltanissetta, Roberto Scarpinato, vittima di un attacco politico nei giorni scorsi da parte  di Nicolò Zanon, consigliere laico del Csm in quota Pdl, senza che una voce si sia alzata per difenderlo.

«Roberto Scarpinato – afferma Alternativa – ha manifestato, non solo un suo diritto, ma anche un suo dovere: quello di dire la verità e denunciare la vergogna dell’esistenza di un ampio limbo, a conoscenza di tutti, che esiste tra legalità e illegalità, tra Stato e criminalità organizzata. Come, del resto, gli avvenimenti di questi ultimi giorni stanno ampiamente dimostrando con l’interferenza, addirittura, del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nell’indagine sulla trattativa Stato-Mafia».

Alternativa, dunque, sostiene e appoggia l’iniziativa dei 150 magistrati che hanno espresso piena solidarietà a Roberto Scarpinato, chiedendo l’annullamento immediato del procedimento disciplinare a suo carico, ritenendo che «invece di sanzionarlo, bisognerebbe ringraziare Roberto Scarpinato per quello che fa e per quello che ha detto. Questo episodio, invece, dimostra come l’attacco alla libertà e all’indipendenza della Magistratura non fosse un’esclusiva di Silvio Berlusconi, ma un preciso intento da parte dell’attuale sistema di potere, fondato sull’inganno, sulla violenza e sulla menzogna, di difendersi dalle verità che stanno emergendo da molte aule di Giustizia.

Ha ragione Antonio Ingroia – conclude Alternativa – fino a quando avremo verità negate, avremo una democrazia incompiuta».

Commenti (2)

  • ERNESTO TONANI

    |

    Ecco il ” gran timoniere” del golpe di stato finanziario (bianco,si diceva una volta..).Monti è la sua controfigura. .Disorganizzare l’antimafia (quella rimasta indipendente,non ho mai creduto lo fosse mai stata tutta),”sovvertire” la costituzione italiana …,ideologizzare la perdita di sovranità nazionale a favore del FMI e della BCE,far pagare ai poveri e non ai ricchi,perche come diceva il satirico e forse anche economista
    Ettore Petrolini :…”i poveri hanno poco ma sono tantissimi”.
    Si lo so’, è solo un maggiordomo degli americani,come Draghi,come i politici italiani,ma con questi servi non si scherza.
    ATTENZIONE AL MES (E AGLI ARTICOLI 27 e 29), quando sara’ approvato il colpo di stato CONTRO-istituzionale sara’ messo “nero su bianco”.

    cordiali saluti, Ernesto Tonani

    Rispondi

  • Pietro Palermo

    |

    Loro possono firmare quello che vogliono…ma alla fine il popolo siamo noi….

    Rispondi

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.