Il leasing auto è un sistema grazie al quale è possibile utilizzare un’automobile senza entrarne definitivamente in possesso. Scoprite le caratteristiche principali di una formula attuata da una quantità sempre crescente di clienti e destinata ancora a crescere nel corso dei prossimi anni per i suoi indubbi vantaggi.

Che cos’è e come funziona il leasing auto

Il leasing auto corrisponde ad una vera e propria modalità d’acquisto di un’automobile, anche se alcuni aspetti sono più simili al classico noleggio a lungo termine dell’auto. I clienti privati e aziendali che avvertono la necessità di utilizzare un veicolo riducendo al minimo gli oneri economici, possono affidarsi ad una formula del genere. In tal caso, entra in gioco un operatore finanziario che compra un determinato mezzo per il proprio cliente e ne concede a quest’ultimo l’uso in cambio di un anticipo e di un canone periodico su base mensile. È sufficiente non pagare una sola rata per essere obbligati a restituire il veicolo.

Già numerosi privati si stanno affidando al leasing auto, nonostante non possano servirsi di alcune agevolazioni fiscali. Se si ha l’abitudine di cambiare vettura con una certa frequenza, si può comunque tenere in seria considerazione un’ipotesi di questo tipo, magari sbloccando la formula del leasing senza anticipo. Si può, così, noleggiare la vettura per un periodo di tempo piuttosto lungo e aggiungere le varie spese in eccesso nel canone complessivo, tra cui il bollo auto, la polizza assicurativa e la manutenzione.

Gli elementi fondamentali del leasing di un’automobile

Diversi sono gli elementi che entrano in gioco se si sceglie di affidarsi al leasing auto, tutti molto importanti e in grado di dare una grossa mano nella gestione della vettura selezionata. Ecco i fattori da tenere d’occhio prima di sottoscrivere un simile contratto in tutta tranquillità.

  • Il preventivo

Il primo passaggio da portare avanti prima di attivare il leasing auto riguarda la possibilità di richiedere un preventivo. L’operazione può essere effettuata direttamente sul Web, compilando un semplice form e attendendo la risposta tramite e-mail o telefono. In tal caso, è consigliabile che ci si metta subito alla ricerca della formula adatta alle proprie esigenze per verificarne il prezzo effettivo.

  • La percorrenza e la durata

Altri due elementi collegati strettamente l’uno all’altro corrispondono alla percorrenza della vettura nel determinato periodo e alla durata del leasing dell’auto. Nel primo caso, è necessario stimare una quantità di chilometri da percorrere nel periodo di tempo prefissato e, se si dovesse uscire fuori soglia, si dovrà pagare di più. Nel secondo caso, bisogna stabilire per quanto tempo usufruire della macchina.

  • Bollo auto e assicurazione

Chi distribuisce l’auto in leasing è tenuto ad occuparsi in prima persona di tutte le coperture assicurative, comprese le franchigie e la tassa di proprietà. Se, invece, bisogna saldare il bollo auto, è necessario rivolgersi ai centri citati da chi ha effettuato il noleggio. Quest’ultimo è tenuto a tenere d’occhio anche le possibili multe.

  • Fine del contratto

Quando il contratto di leasing auto giunge al suo termine naturale, la vettura ricevuta in prestito per l’arco di tempo prestabilito, dovrà essere restituita, decidendo se prendere un’altra macchina in prestito o riscattare quella precedente ad una somma di denaro pari alla quotazione relativa di mercato.

Le differenze con le altre formule di acquisizione di un’auto

Il leasing auto presenta differenze abbastanza sostanziali e profonde rispetto alle altre formule di acquisizione. Prima di tutto, bisogna tenere in considerazione le divergenze con il noleggio auto a lungo termine. A dire la verità, le due formule sono pressoché uguali, ad eccezione di un piccolo ma sostanziale particolare. Infatti, nel caso del noleggio, la vettura non può essere riscattata in alcun modo, mentre se si sottoscrive il leasing, si avrà questa facoltà in piena libertà, ovviamente pagando una determinata cifra. Inoltre, il leasing auto è ottimo se non ci si vuole occupare in prima persona della manutenzione e del bollo auto, che sono a carico della società che ha distribuito la vettura.

Un altro dilemma può riguardare l’antitesi presente tra il leasing e il finanziamento. Nella prima circostanza, il proprietario della vettura permette di utilizzarla corrispondendo una somma di denaro su base mensile. Nella seconda, il richiedente assume la proprietà definitiva del veicolo nel caso in cui il proprietario precedenti accetti la relativa richiesta.

Inoltre, effettuando un ultimo confronto con l’acquisto vero e proprio, il leasing assume un’elevata convenienza per chi possiede una partita IVA, o comunque se non è possibile applicare alcuna detrazione fiscale dalle spese complessive. Ad ogni modo, se si desidera entrare in possesso definitivo della vettura e non si ha alcuna intenzione di sottostare ad altri enti od operatori, sarebbe opportuno considerare l’ipotesi dell’acquisto dell’auto.

Pro e contro del leasing auto

A questo punto, non resta altro da fare che scoprire pro e contro della formula di leasing auto. Ecco i motivi per propendere verso una scelta del genere e quelli per ritenerla poco opportuna.

Pro del leasing auto

  • Prima di tutto, si avrà la chance di cambiare la vettura con una certa frequenza, anche ogni due anni se lo si desidera, con la sottoscrizione periodica dei vari contratti.
  • La vettura che si ottiene in leasing non può essere pignorata in alcun caso.
  • Il veicolo non viene soggetto ad alcuna svalutazione e non ci si deve occupare della sua eventuale vendita, a meno che non lo si acquisti alla fine del contratto.
  • Si può entrare in possesso dell’auto senza dover investire un capitale economico eccessivo.
  • Ci si potrà servire di pacchetti completi, contenenti assicurazione, manutenzione e bollo auto.

Contro del leasing auto

  • Si rischia seriamente di dover corrispondere un anticipo iniziale molto elevato se non si attiva il leasing auto senza anticipo.
  • È necessario che si attesti l’attivazione del contratto per fini puramente lavorativi.
  • Si usufruisce di meno detrazioni fiscali rispetto alle partite IVA.
  • Si può andare incontro ad alcune spese piuttosto ingenti, tra cui l’istruttoria e il finanziamento.

Non resta che valutare tutte le componenti per decidere se attivare una formula che preveda il leasing auto o meno. Ciò che conta è che ci si muova con tutta l’attenzione possibile prima di procedere ad un passaggio che potrebbe rivelarsi molto importante sotto numerosi punti di vista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *