Ad oggi sono veramente tante le persone che vogliono mettere al sicuro i propri risparmi e magari farli fruttare per poterli utilizzare in futuro. In questi casi ci si comincia a chiedere quale sia il miglior modo per investire e una delle soluzioni più sicure e fruttevoli è sicuramente l’investimento finanziario. Oltre a voler mettere al sicuro i propri soldi, investire è un’attività che raccoglie sempre più appassionati che intendono moltiplicare il proprio capitale.

Fino a poco tempo fa il mercato finanziario era indicato soprattutto per chi disponeva di grandi somme e chi è esperto in questo genere di attività: oggi, invece, questo mondo è accessibile da molte più persone. Quando si vogliono investire i propri soldi è necessario capire che la prima regola è quella di investire la cifra che si è disposti a perdere: in questo settore ci può essere il guadagno ma anche delle perdite, dunque è raccomandabile non togliere denaro alle spese essenziali.

Metodi per investire in modo diversificato

Ci sono diversi modi di entrare nel mondo degli investimenti finanziari:

    • Trading online: si tratta del modo più conosciuto e accessibile da tutti, ossia la compravendita di azioni online dove si guadagna giocando al rialzo o al ribasso. Il trading online consiste nel basarsi sulle oscillazioni di prezzo per comprare o vendere azioni e ad oggi sono davvero tante le piattaforme disponibili sul pc e anche app per smartphone. Un dettagliato elenco di siti sicuri su cui iniziare a fare trading anche se si è principianti è www.forexbrokeritalia.com: i broker qui consigliati danno la possibilità di prova a fare trading tramite una versione demo di prova;
    • Investire sulle materie prime: questa è un’altra opzione interessante da tenere in considerazione perché le materie prime, come oro, argento, caffè, avranno sempre un valore a prescindere da come si muove il mercato. Nei processi industriali le materie prime verranno sempre utilizzate quindi sono investimenti particolarmente sicuri che si suddividono in azioni o acquisto della materia vera e propria, la più scelta perché in futuro il proprietario di tali materia potrà rivenderle a chi le richiede e acquistarne di nuove con il ricavato, ottenendo interessanti profitti;
    • Investire sugli immobili: oltre alle materie prime, tutti sanno che l’investimento più sicuro è il mattone perché, nonostante i rischi, offre un grande margine di guadagno. Il mercato immobiliare è molto attivo perché ovviamente le persone avranno sempre bisogno di acquistare una casa. Un’operazione molto proficua che si consiglia in tale ambito è quella del mutuo perché l’immobile in questione, sottoposto a mutuo, può essere sfruttato vendendolo o affittandolo;
    • Strumenti finanziari: si tratta di beni liquidi che non hanno grandissimi margini di guadagno ma sono garantiti da una terza parte così da presentare rischi di perdita pari allo zero. Fra i più importanti ci sono: i buoni fruttiferi postali garantiti da Poste Italiane e quindi destinati a crescere nel tempo, i titoli azionari di Stato in cui si prestano dei soldi allo Stato per poi riavere dopo la scadenza la cifra indietro più il tasso di interesse, le obbligazioni in borsa che hanno un garante privato, le azioni in borsa che consistono nell’acquisto di una parte della società.

Caratteristiche degli investimenti finanziari

L’investimento rappresenta il processo attraverso il quale l’investitore muove nel tempo le proprie risorse economiche, che non vengono consumate ma preservate per essere utilizzate in futuro. A prescindere dal tipo di investimento che verrà effettuato e quale sia il livello di esperienza del trader, bisogna analizzare le caratteristiche dell’asset in questione e conoscere le influenze provenienti dall’esterno che possono movimentare il prezzo di mercato di quel bene.

Sono due gli elementi fondamentali da tenere in considerazione: quali sono gli elementi chiave dell’investimento e gli obiettivi di quest’ultimo, calcolando anche altre possibilità di risultato diverse. Non tutti gli investimenti sono uguali e oltre alle tipologie analizzate, si differenziano anche in base ad altri principi: i capitali disponibili, gli obiettivi che si intendono raggiungere, le strategie da utilizzare per arrivare a tale risultato. È importante, come già specificato, utilizzare solo i soldi che si è disposti a perdere o comunque a mettere a rischio.

Il mercato finanziario offre diverse tipologie di investimento, ma possono essere diversificati attraverso 3 parametri:

  • rendimento, cioè la differenza tra la somma che viene investita e quanto è realmente il guadagno;
  • rischio, inteso in senso positivo nel caso il profitto sia maggiore di quello previsto, oppure negativamente perdendo una determinata percentuale;
  • orizzonte temporale, ovvero la durata dell’investimento.

Investimenti a alto e basso rischio

Quando si investe, la caratteristica che più interessa, solitamente, è la percentuale di rischio. Parlando di questo argomento, si può affermare che gli investimenti maggiormente rischiosi sono quelli dove non è possibile o comunque è molto difficile prevedere il rendimento poiché è composto da elementi il cui valore varia molto nel tempo. Questo tipo di investimento è chiamato azionario, mentre quelli a basso rischio sono i titoli di stato. Prima di iniziare ad investire è necessario analizzare attentamente quali sono i settori più redditizi attualmente, per scegliere bene su cosa si andrà a investire e capire l’orizzonte temporale di tale investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *