29 marzo 2020. La data c’è, il percorso anche. E la macchina organizzativa inizia a muovere i primi passi. La 26° Edizione della Maratona di Roma si avvicina e la città si appresta a vivere questo evento nel migliore dei modi. Di certo, un momento coinvolgente e affascinante, un appuntamento che da tempo onora la Capitale. Ma quest’anno la manifestazione presenta novità importanti. Intanto, per la prima volta la corsa non si svolgerà in contemporanea al derby della Capitale, che si terrà di sabato e non di domenica. Anche il nome rappresenta un’autentica innovazione per l’edizione della Maratona di Roma, che da quest’anno sarà denominata “Run Rome The Marathon”. Questo nuovo appellativo rappresenta anche l’inizio delle attività da parte del neonato team organizzativo, che da quest’anno guiderà l’evento. Evento che è stato presentato come un grande gioco o competizione lo scorso dicembre presso l’Ara Pacis, alla presenza del Sindaco della Capitale, Virginia Raggi. Proprio quest’ultima, nel corso della conferenza stampa di presentazione ha espresso la sua soddisfazione, sottolineando come quest’anno la Maratona acquisirà un carattere internazionale ancora più marcato rispetto agli alle precedenti edizioni. The Marathon, infatti, ha come obiettivo diventare un modello per le gare internazionali del futuro, seppur con l’obiettivo di mantenere e conservare il giusto fascino. Fascino, di certo, amplificato dal percorso che i partecipanti sono chiamati ad affrontare e che, ovviamente, attraversa il cuore, il centro storico della Capitale. I maratoneti, così, potranno sentirsi quasi i nuovi gladiatori che sfileranno tra i luoghi più suggestivi della Città Eterna. 42, 195 km che vedranno il via presso i Fori Imperiali intorno alle 9.00, per poi attraversare il Colosseo, Circo Massimo, Piramide, San Paolo Fuori le Mura, Castel Sant’Angelo, Piazza San Pietro, Stadio Olimpico, Ponte Milvio, Ara Pacis, Piazza del Popolo, Piazza Venezia, Piazza Navona, Piazza di Spagna e Torre Argentina. Dunque, un vero e proprio tour tra le bellezze storico – artistiche della Capitale. Tuttavia, le novità non sono finite qui. Dallo scorso mese di dicembre è partito “Get Ready”, un programma di 18 allenamenti strutturati in gara, gratuiti e tenuti di allenatori esperti del settore, che prevedono tappe da Ponte Milvio, fino a Ostia o Centocelle. Il running è diventato ormai uno sport praticato un pò da tutti, economico e flessibile è infatti l’ideale per tenersi in forma senza dover incastrare gli orari tipici dei corsi in palestra, in piscina e affini. Correre è quanto di più naturale possa esistere al mondo, un po’ come camminare, per questo è lo sport più trasversale tra tutti. Inoltre, in un’epoca in cui il fitness la sta facendo da padrone in tutte le bacheche sociali del mondo, correre è diventata una vera e propria moda. Sempre più brand di abbigliamento dedicati allo sport investono infatti sul running, come ad esempio Adidas che ha di recente acquistato l’applicazione più utilizzata dai runners, Runtastic.

Tornando alla Maratona di Roma, vi ricordiamo l’appuntamento fissato per il 29 marzo 2020 e vi ricordiamo che in loco sarà come di consueto allestito l’Expo Village Acea Run Rome The Marathon, situato presso il Ragusa Off.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *