Nell’attuale classifica di Forbes sui paesi in cui è più semplice fare impresa, l’Italia è al trentesimo posto. Le ragioni sono varie, dalla scarsa digitalizzazione alle lunghe code da fare presso le sedi fino alla troppa burocrazia che rallenta l’attività imprenditoriale. Tutte queste problematiche, a causa della pandemia in atto, sono peggiorate, rendendo ancora più difficile la ripartenza.

La sfiducia nel settore economico e gli scarsi aiuti da parte dello Stato rendono la ripresa estremamente difficoltosa e, soprattutto per le PMI e le startup, la situazione si palesa particolarmente complessa. In questo contesto, un banca agile e snella come Penta Banking può essere la soluzione migliore per partire col piede giusto.

Ciò di cui gli imprenditori hanno bisogno dopo questa lunga fase di stop, è un procedimento semplificato di apertura di un conto corrente e maggiore sicurezza e stabilità. Il mondo, infatti, si appresta a ripartire seguendo ritmi differenti, perciò ogni impresa necessita di strumenti personalizzati per potersi fare spazio tra i competitor di tutto il mondo.

La mission di Penta Banking

Il progetto di Penta Banking approdata da poco in Italia è ambizioso: la sua mission è quella di consentire a startup e PMI di intraprendere un nuovo modo di fare impresa, più agile ma soprattutto semplificato, ciò che serve per stare al passo con un mercato nuovo e molto più flessibile, in cui la digitalizzazione svolge un ruolo chiave.

Sebbene il progresso tecnologico sia andato avanti, le banche in Italia sono rimaste una realtà statica e poco flessibile, ancorate ai vecchi strumenti economico-finanziari che non permettono al mercato di svilupparsi in maniera rapida.

Penta Banking nasce nel 2017 in Germania come partner di Solaris Bank e in poco tempo è riuscita a diventare il punto di riferimento di piccoli imprenditori che sono alla ricerca di una banca su misura per le piccole e medie imprese, ma soprattutto improntata verso le reali esigenze dei clienti. Ad oggi, con più di 7.500 clienti, Penta si rivolge al mercato italiano con un team locale di esperti.

Una banca alla portata di tutti

La caratteristica che ha reso unica l’offerta di Penta Banking non è quella di offrire un conto corrente all inclusive ma quella di essere un business partner che offre servizi fatti su misura per l’impresa richiedente. Questo è il motivo per cui l’approdo in Italia è stato accompagnato da un evento in waiting list in cui tutti gli interessati hanno avuto la possibilità di rilasciare feedback e condividere le proprie idee e suggerimenti per ottenere una banca vicina al cliente.

Aprire un conto corrente Penta Banking è molto semplice, basta un PC e la connessione e il conto corrente sarà operativo in 48 ore. Una piattaforma flessibile e in continuo aggiornamento che può migliorarsi e modificarsi ogni giorno, così come le richieste dei clienti, è ciò che serve per intraprendere la fase necessaria alla ripartenza dopo una lunga stasi causata dall’emergenza sanitaria. Uno strumento del tutto nuovo che opera sia sul mercato economico-finanziario ma che permette anche di gestire al meglio gli strumenti attraverso i quali lavora l’azienda.

I servizi per gli imprenditori

Aprire una startup ha tempi lunghi perché le banche, prima di concedere un conto corrente, hanno bisogno di tempo per le proprie verifiche, e la richiesta di garanzie, in un periodo come questo, è particolarmente stringente. Con Penta Banking è possibile accedere al proprio conto corrente in maniera completamente digitale su questo sito da seguire per tutti gli imprenditori, e la ricezione delle carte richieste è veloce, così tutte quelle piccole imprese che puntano sul digitale per riaprire, avranno la possibilità di farlo in tempi brevi.

I costi Penta Banking sono trasparenti, è possibile ottenere un conto completamente gratuito con una sola carta di credito oppure richiedere un pacchetto premium che può essere integrato a seconda della richiesta del cliente.

Penta Banking agevola i clienti anche nella gestione finanziaria dell’impresa, concedendo carte di debito aggiuntive ai co-founder o dipendenti, sulle quali è possibile stabilire un tetto massimo di spesa. In questo modo, le varie attività saranno facilitate senza continue richieste di permesso di spesa e inoltre, grazie a un servizio di notifica, sarà possibile avere all’interno della propria dashboard l’ammontare delle spese con la note in aggiunta.

La semplicità con cui gli aspetti fiscali vengono conservati – basta, infatti, fare una foto agli scontrini per allegarli alla nota spesa – facilita anche il lavoro dei commercialisti e permette di migliorare l’aspetto economico dell’azienda incrementando i settori che sono maggiormente produttivi e diminuendo le spese per gli altri. Grazie ai vari partner, Penta consente alle startup o PMI di chiedere prestiti e finanziamenti online direttamente da remoto.

Un conto corrente in itinere creato dal cliente

Occuparsi della fatturazione e della gestione economica dell’impresa con i software Penta Banking sarà semplice anche per coloro che sono nuovi nel settore. La digitalizzazione ha permesso di inventare un nuovo modo di fare impresa che si adatta alla perfezione alla situazione attuale. La mission di Penta è quella di raggiungere i 5 mila clienti nei prossimi sei mesi e diventare una delle smart banking che ha consentito alle start up di raggiungere il successo nonostante il periodo incerto.

Finanziamenti agili, informazioni sempre disponibili e condivisibili con i dipendenti e un team di esperti sempre a disposizione del cliente per chiarire eventuali dubbi, sono i punti forti dell’offerta Penta Banking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *