Voglia di rigenerare una casa facendo spazio, acquistando mobili o arredi nuovi, cambiando i colori non solo delle pareti ma anche di copri divani, tende, tovaglia e soprammobili per la casa. Un bisogno naturale che si rinnova dopo molti anni, per alcuni pochi e che serve a superare la routine e la noia del solito posto ma soprattutto risponde al bisogno di avere o vedere qualche novità nella casa, soprattutto se frequentata da parenti e amici. Sono tante le realtà commerciali che ti permettono anche senza spendere una fortuna di mettere a nuovo le tue pareti domestiche con mobili e arredi nuovi, dai centri commerciali, ai grandi store e negozi per la casa che hanno ampliato gli stili e le forme integrando spesso culture di altri paesi partendo dall’etnico, al chabby chic, al country, a tante forme di stile rurale o marinaro. Per risparmiare e aiutare l’ambiente si può scegliere di cambiare un mobile vendendolo invece che buttarlo acquisendo così tre importanti vantaggi.

Si guadagna e si risparmia allo stesso tempo

Ci sono tre ottimi motivi per vendere un mobile che non volete più in casa, volendo potete anche scambiarlo in gruppi, mercatini o negozi specializzati nel baratto. Uno dei motivi sta nel guadagno che rappresenta anche un risparmio. Infatti, nonostante molte città permettano tramite utenza pubblica lo smaltimento gratuito dei mobili che non volete parte del lavoro di smontaggio e trasporto verso la strada lo dovrete fare voi con tanta fatica che ne segue. Per essere più veloci esistono piccole realtà di smaltimento e smontaggio mobili, sia a pagamento che gratuito, in questo ultimo caso chi prenderà il mobile o lo rivenderà o potrebbe restaurarlo per rivenderlo come nuovo. Cosa che potreste fare voi cercando un acquirente cercato tramite passaparola e annunci su quotidiani, siti web dedicati o pagine social dedicato allo scambio o vendita mobili. Su Roma per il trasporto potrete affidarvi ad un’azienda certificata: www.traslochiromaeasy.it

Si aiuta l’ambiente

Esistono mobili di diversi materiali: di legno grezzo o laminato, di plastica, di metallo, di vetro con rifiniture, eccetera. Il riciclo creativo prevede l’utilizzo di tutte queste risorse che si possono ricavare da un mobile vecchio per realizzare o un altro armadio magari in altro stile oppure altri oggetti e arredi per la casa. Vendere un mobile antico o che non volete più invece che buttarlo rappresenta un importante risparmio ecologico perché permette ad un’altra famiglia o proprietari di utilizzarlo, evita l’utilizzo di servizi per smaltimento rifiuti domestici, pubblici o privati, che potrebbero essere utilizzati per situazioni di smaltimento più complesse.

Puoi investire i soldi per un nuovo armadio

Quando decidiamo di dare via un mobile è perché in casa vogliamo cambiare qualcosa, magari liberare la parete, acquistare un nuovo armadio o un nuovo divano, investire sugli elettrodomestici o sull’illuminazione. Questo comporta delle spese che potrebbero essere recuperate con la vendita di mobili, armadi o arredi che non volete più. Se gli armadi sono molti antichi, il valore potrebbe essere alto, esitono dei valutatori specializzati nell’analizzare la storia e lo stile dell’antiquariato per indicare un prezzo di vendita. E’ chiaro che la vendita di un mobile non è un’operazione che si effettua dall’oggi al domani ma con pazienza e tempo acquirenti e famiglie si trovano permettendo di avere soldi da investire per rinnovare e rigenerare una stanza o la vostra casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *