Stanco di pagare troppo le bollette della luce? Cambiare alcune semplici abitudini non richiede un grande sforzo e si tradurrà in più euro in tasca e in un consumo più razionale e sostenibile.

È possibile risparmiare sulla bolletta elettrica in vari modi, siano essi legati alla tariffa scelta, alla potenza della fornitura o alle nostre abitudini di consumo. In questo articolo ti indicheremo tutti i modi per ridurre la spesa nella bolletta elettrica.

Come risparmiare sulla bolletta elettrica?

Ci sono tre diversi modi per ridurre l’importo della bolletta elettrica: ottimizzare la potenza della fornitura, assumere compagnie elettriche più economiche e ridurre i consumi.

Per quanto riguarda la prima soluzione, bisogna prima sottolineare che la potenza elettrica indica il numero di apparecchi che possono essere collegati contemporaneamente senza subire interruzioni di corrente. Alcune forniture hanno un contratto con una potenza superiore a quella di cui hai realmente bisogno, pagando quindi di più ogni mese. Gli utenti possono quindi modificare la potenza contattando il proprio fornitore, tramite il numero di telefono del servizio clienti.

La seconda soluzione è quella di passare ad una tariffa elettrica più conveniente. Fare una buona scelta in tal senso presuppone un risparmio decisivo, ma la confusione del mercato, la poca trasparenza, le informazioni confuse che ricevono i consumatori fanno sì che in realtà a molti le informazioni non siano chiare.

Ecco perché utilizzando un comparatore di tariffe, avrai la possibilità di calcolare esattamente quanto risparmierai con le tariffe luce più convenienti, come quelle pazientemente raccolte da chetariffa.it.

Consigli e trucchi per risparmiare luce in casa

Diverse sono le abitudini che possono ridurre il consumo di energia elettrica dei diversi elettrodomestici della tua casa, aiutandoti a risparmiare sulla bolletta. Primo fra tutti l’acquisto di apparecchi efficienti: questi elettrodomestici consumano meno energia, il che si tradurrà in un risparmio sulla bolletta.

Usare bene gli elettrodomestici inoltre non solo ne allunga la vita, con il conseguente risparmio, ma riduce anche i consumi energetici. Scegli quindi i programmi che funzionano a basse temperature come i programmi ECO della lavastoviglie, o il lavaggio della biancheria a 40º C che si tradurrà in un risparmio di luce del 40%.

Fai attenzione a dove installi il frigorifero e il congelatore: dovranno essere posizionati lontano da fonti di calore e con molto spazio intorno.

Inoltre, un’altra buona abitudine per risparmiare luce in casa è l’utilizzo di lampadine a led. Quest’ultime, nonostante siano notevolmente più costose delle lampadine tradizionali, consumano circa l’80% in meno di energia. Inoltre, va notato che la loro vita utile è tra le 8 e le 10 volte superiore a quella delle lampadine alogene.

Infine, evita lo stand by. Quando smetti di utilizzare un dispositivo, spegnilo completamente, non lasciarlo in modalità stand-by, perché, anche se molto meno, continua a consumare. Se spegni completamente la TV, il computer, il caricabatterie o lo stereo quando non li utilizzi, ridurrai il tuo consumo energetico del 10%, che per un consumo medio (di 3.500 kWh/anno) rappresenta più di 50 euro all’anno.

Dispositivi per risparmiare luce in casa

Oggi è possibile trovare diversi meccanismi e dispositivi che permettono di risparmiare, fornendoci un maggiore controllo sui nostri elettrodomestici.

Un esempio di questi sono le prese intelligenti. Con questi meccanismi, gli utenti potranno controllare sia l’accensione che lo spegnimento dei dispositivi collegati alla presa tramite un telecomando o un’applicazione mobile. Grazie a questo dispositivo si eviterà il consumo di energia elettrica nei dispositivi in ​​”stand by”, programmandone il funzionamento quando richiesto. È un investimento che sarà redditizio nel breve/medio termine.

Anche i termostati sono uno strumento molto efficiente per risparmiare energia elettrica in casa. Essi infatti sono dispositivi che hanno il compito di regolare la temperatura degli ambienti di una casa, accendere e spegnere il riscaldamento elettrico a seconda dei gradi desiderati, dell’ora, del giorno della settimana. Esiste una vasta gamma di termostati, a seconda di ciascuna delle loro funzionalità.

Infine, ti consigliamo di valutare la grande scommessa sul risparmio delle energie rinnovabili! Insomma, ci sono davvero svariati modi per risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *